martedì, maggio 24, 2011

GRECIA VERSO IL DISASTRO

La Grecia come  ha approvato un piano di privatizza da 50 miliardi di euro.

Come già detto le privatizzazioni serviranno solo a peggiorare la situazione (http://petsalvatore.blogspot.com/2011/05/la-grecia-come-largenttina.html).

Oltre alla vendita delle partecipazioni in Ote Telecom e Post Bank, verranno venduti i porti del Pireo e di Salonicco e verrà privatizzata l'acqua a Salonicco.

Il piano, che dovrebbe anche prevedere tagli agli stipendi pubblici con licenziamento degli esuberi e nuove tasse sui consumi, dovrà essere approvato dal parlamento.

3 commenti:

Valerio ha detto...

Onestamente in questa situazione non è certo facile sindacare su quale sia la scelta migliore per salvare il debito pubblico della Grecia, la privatizzazione è una variante che porterà a dei sacrifici ma permetterà di avere minori costi e di far rientrare capitali freschi nelle casse dello stato ... io ho postato sul mio blog un commento su una possibile operazione di levereged buyback, che credo sia la soluzione migliore in quanto permette di limitare i danni sul mercato internazionale ..

Graziano ha detto...

Esattamente quali ripercussioni si avrebbero se la grecia abbandonasse l'euro e tornasse alla dracma?

PETRSALVATORE ha detto...

Le privatizzazioni aumentano i costi e non li diminuiscono.
Il fallimento della Grecia.