mercoledì, febbraio 10, 2010

POSTAFUTURO CERTO: DEPLIANT PUBBLICITARIO DICE TUTTO?

Al di la della pubblicità, andiamo a vedere il prospetto informativo e vediamo alcune cose che non appaiono nel depliant pubblicitario.

Postafuturo Certo è un contratto di assicurazione sulla vita in forma mista a premio unico con rivalutazione annuale del capitale in base al risultato realizzato dalla Gestione Separata Posta ValorePiù di Poste Vita S.p.A.

La durata del contratto ha durata di 10 anni con possibilità di riscatto totale e parziale (in questo caso, non ci sono costi solo per la prima volta, mentre per le altre volte verrà applicata una commissione di 26,00€), senza costi se è trascorso almeno un anno dal contratto, il che significa che ci vincola per un anno.

Le commissioni di gestione sono dello 0,90% per i primi tre anni e dello 0,75% per i rimanenti anni.

Il rendimento lordo della gestione postavalorepiù nel 2008 è stato superiore al tasso annuo di inflazione, ma non è stato superiore al tasso medio dei titoli di Stato e delle obbligazioni, senza considerare che vanno anche detratte le commissioni annue di gestione. Il rendimento in caso di riscatto nei primi due anni potrebbe essere inferiore al premio versato per effetto dei costi di riscatto con il tasso di rendimento minimo garantito.

I costi sul premio unico iniziale sono del 3% sino a 50.000€. Tali costi scenderanno sino allo 0.5%, ma solo sulla parte eccedente. Gli stessi costi valgono per i versamenti aggiuntivi in ragione del cumulo dei versamenti effettuati. I dipendenti del Gruppo Poste Italiane avranno uno sconto del 50% su tali costi.

Siamo poi andati a vedere Posta Valorepiù di cosa di compone ed è composto (al 30/09/2009) da Titoli di Stato (72,39%), obbligazioni (15,26%), OICR (7,06)% e altre attività (5,29%). Non vengono indicati di che Titoli di Stato, di che obbligazioni, di che fondi di comuni si tratta e quali sono le altre attività.

Come si può notare il fascicolo informativo e un po' diverso dal depliant pubblicitario. Ad esempio, il prodotto non investe solo in Titoli di Stato e obbligazioni, ma per il 12,35% in altro.

6 commenti:

marco ha detto...

Non ho parole...

Marco

Anonimo ha detto...

del collocamento bond di enel cosa ne pensi?

PETRSALVATORE ha detto...

vedi post successivo.

Anonimo ha detto...

con tutto il rispetto, non ho capito dove sarebbe il problema. mi sa che sei un pò ignorante in merito e ti permetti pure di fare lezioni on-line. il prospetto analitico è molto chiaro se poi non lo capisci vai a studiare un pò e poi magari butti sentenze. se avessi avuto una maggiore preparazione avresti fatto qualche confronto con prodotti alternativi e avresti visto che bene o male sono tutti così. io ho fatto una simulazione a 10 anni, considerando tutte le ritenute fiscali e le commissioni e, sorpresa, il prodotto non è così male come dici tu e in contesti con inflazione bassa, come questo, può anche essere più conveniente a scadenza di analoghi buoni fruttiferi indicizzati. ma tu che ne capisci...la matematica finanziaria per te è una emerita sconosciuta.

PETRSALVATORE ha detto...

l'ignoranza è di tutti. Ci sa che è lei che non ha capito. Noi diciamo che il depliant pubblicitario fa vedere solo le cose belle, mentre il prospetto informativo è chiaro, ma quasi nessuno lo legge. Di solito è chi fa economia che capisce poco di matematica, visto che l'esame è più facile di un compito di quarta liceo scientifico e mi è stato riferito che molti lo ripetono più volte. Se il prodotto è così buono, compratelo! noi non lo compreremmo certamente, le poste sono ben diverse da una volta quando esistevano i buoni fruttiferi.

Buio ha detto...

Ciao a tutti. Ho dato una letta e desidero sapere da voi se ciò che scriverò è corretto o sbagliato. Partendo dal presupposto che tutto è giudicabile vi chiedo di rispondere sopratutto a dove compare il punto interrogativo "?" Per capire se ho imparato a leggere questi prospetti ...

Costi: Al momento dell’apertura è applicato il costo del 3% per importi inferiori a 50milaeuro. 0,90% annuo dal 1° al 3° anno. 0.75% dal 4° al 10° anno. A partire dal secondo anno e per tutti gli anni successivi, poste Vita S.p.a. pagherà una provvigione ricorrente dello 0,1% sul capitale assicurato in polizza ?

Rendimento minimo garantito: 1,50% annuo composto al momento della risoluzione del contratto per scadenza, sinistro o riscatto. (Il rendimento minimo garantito è al lordo dei costi gi gestione? Se è SI vuol dire che il rendimento netto sarà 1,50%-0,90%=0,60% per i primi 3 anni e successivamente sarà 1,50%-0,75%=0,75%. A questi interessi si dovranno sottrarre anche lo 0,1% della provvigione ? Se il 3% di costo apertura si divide per 10 anni, durata della polizza, si ottiene un 0,3% che deve essere sottratto allo 0,60% prima e 0,75% poi, giusto ?)
Quindi se quello scritto sopra è corretto vuol dire che il sottoscrittore di questo prodotto deve solo sperare in un risultato positivo della gestione Separata posta Valorepiù di poste Vita S.p.a in quanto il minimo garantito è mangiato dai costi.
Attendo vostro giudizio
Grazie