lunedì, febbraio 26, 2007

TFR: I NUOVI MODULI

Con la busta paga di questo mese si riceveranno i nuovi moduli per la destinazione del tfr.

Il primo modulo tfr1 deve essere compilato da chi è stato assunto entro il 31/12/2006.

Il secondo, invece, riguarda chi è stato assunto dopo il 01/01/2007.

Il modulo non dovrà essere compilato dai lavoratori iscritti alla previdenza integrativa dopo il 28/04/1993.

Anche chi ha già fatto la scelta con dei moduli fai da te deve compilare il tfr1 o il tfr2.

Per chi non effettua nessuna scelta entro il 30/06/2007 varrà il silenzio-assenzo e il tfr verrà destinato alla forma pensionistica complementare individuata dall'art. 8, comma sette, dgl 252/05 (fondo chiuso di categoria).

Ricordiamo che se si decide di non aderire ai fondi pensione, per le aziende con meno di 50 dipendenti il tfr rimane in azienda, mentre per le altre, andrà al fondo gestito dall'inps e varrano le regole precedenti alla riforma. La scelta, inoltre è revocabile.

Chi effettua la scelta può aderire ad un fondo chiuso e uno aperto.

Queste regole valgono anche per i dipendenti pubblici assunti a tempo indeterminato dal 01/01/2001 o a tempo determinato dal 30/06/2000.

Cogliamo l'occasione per ribadire quanto detto 08/01/2007: "Dall'inizio dell'anno e per sei mesi i dipendenti di aziende private con più di 50 dipendenti dovranno scegliere se destinare il tfr a forme pensionistiche complementari. Non sono interessati, per il momento, i dipendenti pubblici.Le forme pensionistiche possono essere negoziali (chiuse) o scelte liberamente (aperte).Chi sceglie di aderire ad una forma pensionistica complementare, non può più tornare indietro.Chi sceglie di mantenere il proprio tfr in azienda, lo dovrà fare in forma scritta e nei termini di legge. Costoro, in futuro, potranno sempre decidere di aderire ad un fondo pensione.Per chi non effettua la scelta entro i sei mesi vale il silenzio-assenso e il suo tfr sarà conferito al fondo pensione negoziale previsto dal proprio contratto di lavoro. Nel caso vi siano più fondi pensioni negoziali previsti, il tfr verrà conferito a quello che ha avuto più adesioni.Tutti dicono che il fondo pensione ha una migliore tassazione e gode di detrazioni fiscali.I giornali, le tv e i sindacati fanno vedere come i fondi pensioni battano il tfr negli ultimi tre anni.Nessuno dice che questi tre anni sono stati di borsa al rialzo.Nessuno dice che mai dal 1900 ad oggi ci sono stati più di quattro anni di borsa al rialzo.Nessuno dice che i fondi maggiormente scelti dai lavoratori sono quelli meno rischiosi (obbligazionari puri e misti) che quest'anno hanno fatto peggio del tfr.Considerando che la borsa, qualora dovesse seguire l'andamento dell'ultimo secolo, al massimo potrà avere ancora tre mesi di rialzo per poi (alle prossime scadenze tecniche di marzo) scendere, consigliamo di non aderire ai fondi pensione almeno fino al marzo 2009.Consigliamo, quindi, di mantenere il tfr in azienda e a marzo 2009 eventualmente riconsiderare l'adesione ad un fondo pensione di tipo azionario.Nessuno dice, per ultimo, che i fondi pensione possono fallire, come è successo in Svizzera e negli U.S.A." e il 31/01/2007: "Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i decreti attuativi con i moduli per la destinazione del tfr.I vecchi moduli personali non sono validi e devono essere sostitutiti.Cogliamo l'occasione per elencare i vantaggi del tfr:- da un rendimento fisso pari al 75% dell'inflazione + 1.5%;- viene erogato ogni volta che il dipendente cambia lavoro.I fondi pensione, invece:- sono tassati meglio;- godono di detrazioni fiscali.ma, d'altra parte:- possono dare rendimenti negativi;- possono fallire, come è successo in Svizzera e U.S.A.;- hanno costi di gestione.Per questi due anni la nostra classifica è:- al primo posto: lasciare il tfr in azienda;- al secondo posto: aderire ad un fondo chiuso.- l'ultima: aderire ad un fondo aperto."

2 commenti:

Anonimo ha detto...

sembra che i favorevoli ai fondi dicono che con il tfr prendi il 59% del'ultima busta paga con i fondi puoi arrivare fino al 79%.

Puoi chiarire meglio questi aspetti e come si conciliano con le tue analisi.

Inoltre mi piacerebbe vedere i fondi disponibili sul mercato, i relativi benchmark e come valutarli. Molti nella mia azienda aderiscono ad un fondo aperto vorrei capire come valutare quel fondo.

Grazie

Salvatore Petrenga ha detto...

Tutti fanno il confronto dal 2003 al 2006 quando le borse sono salite. Se invece prendiamo gli anni 2000-2002 tutti i fondi pensione hanno fatto peggio del tfr. Vai sul mio gruppo, trovi il link sulla barra laterale del sito e vedi il rendimento del tfr nei vari anni e lo confronti con i fondi pensione