mercoledì, gennaio 31, 2007

MODULO PER LA DESTINAZIONE DEL TFR

Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i decreti attuativi con i moduli per la destinazione del tfr.

I vecchi moduli personali non sono validi e devono essere sostitutiti.

Cogliamo l'occasione per elencare i vantaggi del tfr:

- da un rendimento fisso pari al 75% dell'inflazione + 1.5%;

- viene erogato ogni volta che il dipendente cambia lavoro.

I fondi pensione, invece:

- sono tassati meglio;

- godono di detrazioni fiscali.

ma, d'altra parte:

- possono dare rendimenti negativi;

- possono fallire, come è successo in Svizzera e U.S.A.;

- hanno costi di gestione.

Per questi due anni la nostra classifica è:

- al primo posto: lasciare il tfr in azienda;

- al secondo posto: aderire ad un fondo chiuso.

- l'ultima: aderire ad un fondo aperto.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

non dici una cosa.
Dai dibattiti si dice che lasciando il tfr in azienda al più si avrà a fine attività il 50-60% dell'ultimo stipendio.

Mentre i fondi garantiscono di più.

Ecco ma come fanno a essere sicuri che ciò avvenga. In base ai benchmark degli ultimi anni? Ma negli ultimi anni la borsa non ha avuto forti rialzi.

Grazie

Salvatore Petrenga ha detto...

L'ho detto nell'altra pagina dedicata al tfr. Guarda l'etichetta fondi pensione/tfr.
dico che sono quasi 4 anni che la borsa sale e, mai è successo un periodo superiore a 4 anni. Ora la borsa potrebbe scendere e se lo fa avrebbero rendimento negativo i fondi pensioni basati sull'azionariato. Quelli obbligazionari non li conto nenache perchè quest'anno hanno avuto performance inferiori al tfr.